Angelo, detto Pisolo, è un ragazzo che corre. Scattante veloce ma immobile. Corre corre corre ma non va mai da nessuna parte. O almeno così sembra al suo allenatore, al suo dottore, a sua madre. Da un lato all’altro di una normalissima rete da tennis dà vita al suo immaginario e ci racconta le sue frustrazioni, le angherie di chi si crede più forte di lui e le promesse che puntualmente non vengono mantenute. Angelo non sa solo correre. Come Forrest lui sogna. E in quei pochi metri di campo, fa sognare un pò anche noi.

Pin It on Pinterest