Tre attori eseguono un’orribile strage. Vestono contemporaneamente i panni delle vittime e dei carnefici, lasciandosi a tratti quasi trascinare dall’emozione. Si divertono ad inventare una storia, come dei burattinai, crudamente reali. Ci parlano di uomini normali, con una vita normale, che non riescono a liberarsi di quella voce che nella testa li spinge ad agire con una sconvolgente ma lucida follia.

Pin It on Pinterest