Un uomo e una donna. Semplicemente parlano. Perché è vero, ci sono parole. Ma non bastano più. Loro se ne accorgono, cercano una soluzione. Si perdono nel labirinto di significati possibili. Non riescono a dirsi la verità. Non riconoscono quello che sono. Amici, amanti, fratelli? Potrebbero essere tutto. Potrebbero aver vissuto la stessa storia. Due facce della stessa medaglia. Ma potrebbero anche non esistere… Finché uno dei due non decide di scomparire per sempre dalla vita dell’altro. Si incontreranno ancora. Con un’altra forma. E forse si riconosceranno…
Due personaggi che, prima della soluzione finale, si mostrano come interlocutori estremamente ingenui, due clown, usando la parola come pretesto per affrontare il problema sempre attuale delle relazioni umane.

Pin It on Pinterest